auteri-abbraccia-il-catanzaro-noto-e-logiudice-presentano-il-nuovo-mister

Auteri abbraccia il Catanzaro: Noto e Logiudice presentano il nuovo mister

  1. Homepage
  2. Notizie
  3. Auteri abbraccia il Catanzaro: Noto e Logiudice presentano il nuovo mister
auteri-abbraccia-il-catanzaro-noto-e-logiudice-presentano-il-nuovo-mister

E’ Gaetano Auteri il nuovo allenatore del Catanzaro. Il tecnico è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa tenuta dal presidente Floriano Noto e dal direttore sportivo Pasquale Logiudice. Il mister è arrivato un po’ a sorpresa visto che non era stata ufficialmente annunciata la sua presenza. “Sono felice di essere qui e di trovarmi alle spalle una società così importante. Quando sono arrivato a Catanzaro l’ultima volta ho sperimentato una forte invidia per le strutture di cui oggi la città e il club dispongono. Ora ci sono le condizioni per crescere e faremo di tutto per farlo”. Queste le prime parole di Auteri che è stato preceduto, negli interventi, dal presidente e dal ds.

Noto ha tratto un bilancio della scorsa stagione e ha ufficializzato il ritorno alla vecchia denominazione, “US Catanzaro 1929”, evento che ha ispirato lo slogan della prossima campagna abbonamenti, “Riprendiamoci la storia – Bentornata US 1929”, il cui inizio è fissato per il 2 luglio e la cui veste grafica è stata curata da Giovanni Audino. Il numero uno della società giallorossa ha anche parlato dello stadio con il progetto di abbattere le barriere che separano la tribuna coperta dal terreno di gioco del “Ceravolo” e l’idea di ristrutturare il “Pietro Mennea”, campo da destinare al settore giovanile.

A Pasquale Logiudice il compito di illustrare gli aspetti tecnici sia relativi ai calciatori ancora tesserati con l’Uesse sia tracciare le linee guida per la prossima stagione. “Cercheremo di allestire una squadra competitiva. Questo non vuol dire che saremo la squadra da battere – ha detto – non voglio far scemare l’entusiasmo ma sono sempre stato razionale e coerente. Vogliamo raggiungere gli obiettivi che la Catanzaro calcistica merita”.