Nella 26a giornata di Lega Pro – Girone C il Catanzaro fa visita al Palermo. Al Barbera i padroni di casa scendono in campo con il consueto 4-3-3 con Pelagotti tra i pali, Accardi, Somma, Marconi e Crivello in difesa, Luperini, De Rose e Santana a centrocampo e Kanoute, Lucca e Floriano in attacco.
Calabro risponde con il 3-4-1-2 e rispetto all’undici sceso in campo contro la Casertana è obbligato a fare a meno degli squalificati Scognamillo e Contessa. Il tecnico di Galatina risponde con Di Gennaro tra i pali, Riccardi, Fazio e Martinelli in difesa, mentre a centrocampo si rivedono Garufo e Verna, assistiti da capitan Corapi e Porcino, il solito Carlini sulla trequarti dietro alle due punte Di Massimo e Curiale.

La gara parte con una fase di studio da parte delle due compagini e il primo squillo è delle Aquile al minuto 25 con Carlini: Di Massimo serve Curiale in area, Carlini fa sua la sfera su un rimpallo e calcia, ma Pelagotti respinge. Pochi minuti dopo ci prova Di Massimo che di testa non riesce a insaccare la rete del vantaggio. Al 19’ ancora le Aquile, questa volta con Curiale che prova la girata in area, ma Pelagotti è ben piazzato e blocca la conclusione sul primo palo. Il Palermo prova a rispondere: Lucca va di testa sul traversone arrivato dalla sinistra, ma Martinelli è attento e riesce a deviare in staccata e a riparare in angolo. La gara si accende e le Aquile in contropiede riescono a incidere. Infatti, al minuto 27’ con una azione corale Verna arriva a tu per tu con Pelagotti con il centrocampista che non sbaglia e sigla la rete del momentaneo vantaggio. Il Palermo, però, non si scoraggia e al 31’ trova il pari con una conclusione a giro da fuori: Floriano calcia a giro dal limite dell’area, Di Gennaro è battuto e il Palermo trova la rete dell’1-1. La gara prosegue su ritmi alti, ma a fine primo tempo il risultato non cambia e le squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

Nella ripresa le due squadre tornano in campo con le formazioni invariate. Il Palermo guadagna campo, con le Aquile che provano ad andare in ripartenza con Carlini e Di Massimo. Proprio l’attaccante ha due buone occasioni, prima quando calcia a giro con la conclusione bloccata in presa sicura da Pelagotti, poi quando si trova a colpire di testa da posizione ravvicinata su assist di Garufo, ma manda la sfera a lato. Dall’altra parte Santana scalda i guantoni di un attento Di Gennaro. Il Palermo mantiene il possesso, ma le Aquile si difendono con ordine con il trio difensivo costretto agli straordinari sulle scorribande offensive del tridente rosanero. Boscaglia prova a cambiare qualcosa con nuovi innesti, mentre Calabro mette in campo Evacuo al posto di Curiale. La gara viene decisa sugli sviluppi di un calcio piazzato: Corapi pennella al centro, Martinelli è scaltro e stacca di testa anticipando tutti e insaccando la rete del nuovo vantaggio giallorosso. Il Palermo non ci sta e si butta in avanti alla ricerca del pari. Su corner Di Gennaro è attento e compie un miracolo sullo stacco di testa di Saraniti, con l’attaccante che prova a ripetersi un minuto dopo, ma l’estremo difensore giallorosso neutralizza ancora la conclusione. L’arbitro affida cinque minuti di recupero, durante i quali c’è da annotare l’espulsione d Andrea Saraniti per un fallo su Riccardi. Le Aquile espugnano, così, il Barbera con le reti di Verna e Martinelli e si proiettano a 41 punti in classifica.

 

IL TABELLINO DELLA GARA

Palermo – Catanzaro: 1-2 ( 1-1 al primo tempo)

Palermo (4-3-3): Pelagotti; Accardi, Somma, Marconi, Crivello (Dal 17’ st Almici); Luperini, De Rose (Dal 37’ st Saraniti), Santana (Dal 24’ st Rauti); Kanoute (Dal 24’ st Silipo), Lucca, Floriano (Dal 17’ st Palazzi)
A disposizione: Fallani, Martin, Lancini, Peretti, Broh, Marong
Allenatore: R. Boscaglia

Catanzaro (3-4-1-2): Di Gennaro; Riccardi, Fazio, Martinelli; Garufo, Corapi, Verna, Porcino; Carlini (Dal 45’ st Grillo); Di Massimo (Dal 45’ st Baldassin), Curiale (Dal 31’ st Evacuo)
A disposizione: Iannì, Branduani, Jefferson, Parlati, Molinaro, Pierno, Gatti, Risolo, Casoli
Allenatore: A. Calabro

Arbitro: Alessandro Di Graci Sez. Como
Assistenti: Davide Meocci Sez. Siena e Andrea Micaroni Sez. Chieti
Quarto ufficiale: Emanuele Frascaro Sez. Firenze

Ammoniti: 25’ pt Floriano (P); 28’ pt Riccardi (C); 17’ st Corapi (C), 33’ st Palazzi (P); 38’ st Carlini (C); 38’ st Saraniti (P)
Espulsioni: 47’ st Saraniti (P)
Corner: sei corner per il Palermo, tre per il Catanzaro
Recupero: 0’ pt; 4’st
Marcatori: 27’ pt Verna (C); 31’ pt Floriano (P); 35’ st Martinelli (C)